Accordo GOOGLE ITALIA con il Garante Privacy italiano

Google bacia la pantofola a Soro

Ci siamo dannati a far capire agli italiani che i propri dati sono importanti e non vanno ceduti a cuor leggero, ma vanno difesi, protetti. Non ci siamo riusciti. Sopratutto non ci siamo riusciti con Google che non sappiamo quali dati possiede, come li cattura, come li elabora, dove li custodisce, che uso ne fa. Ovvero sappiamo tutto, ma non sappiamo come porvi rimedio. La privacy, si sa, ha armi spuntate in termini legislativi. In America è percepita in modo diverso dall’Europa. In Italia per fortuna abbiamo un Garante illuminato, piuttosto informato e presente, che ha dimostrato ancora una volta, di saper usare il bastone e la carota, dosando bene minacce e sorrisi. Un Privacy Act, così mi piace definirlo, fa da apripista in Europa e inaugura un filone nuovo di meritato ottimismo, nei confronti di uno dei colossi del web. Un buon inizio. Adesso occorre replicare l’accordo con Apple, ad esempio. Con Amazon. Con Ebay. (continua…)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: