Il Garante Soro: “Google deve sapere che non ci sono zone franche”

Noi dell’Osservatorio della Rete siamo felici di annunciare che il Garante della Privacy Italiano ha deciso di avviare un’istruttoria su Google. Soprattutto ci preme sottolineare l’adeguatezza delle dichiarazioni del Presidente Soro, subito riprese dalla rivista telematica Key4biz, in merito a quali siano le determinazioni che hanno portato anche l’Autorità italiana a procedere contro la multinazionale americana.

Privacy, 6 Paesi Ue contro Google. Antonello Soro: ‘Nessuna zona franca nei diritti fondamentali’
“Google non può raccogliere e trattare i dati personali dei cittadini europei senza tenere conto del fatto che nell’Unione europea vigono norme precise a tutela dei diritti fondamentali dei cittadini dell’Ue”.
“L’azione congiunta dei Garanti europei – ha aggiunto Soro – mira a riaffermare questo principio e a far sì che questi diritti vengano garantiti”.
“Il Garante italiano è da tempo impegnato sul fronte internazionale proprio per operare affinché la privacy dei cittadini europei venga rispettata, non solo dalle imprese dell’Ue, ma anche da parte dei big della Rete e da tutte le società che operano nel settore delle comunicazioni elettroniche, ovunque esse siano stabilite. Vogliamo impedire che esistano zone franche in materia di diritti fondamentali”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: